Totò, Sua Eccellenza si fermò a mangiare

Totò: Sua Eccellenza si fermò a mangiare (1961)

Sua Eccellenza si fermò a mangiare è un film del 1961 diretto dal regista Mario Mattoli con Totò. Il film è stato rieditato nel 1967 col titolo Il dottor Tanzarella, medico personale del… fondatore dell’Impero.

Trama

Totò, Sua Eccellenza si fermò a mangiare

Totò, Sua Eccellenza si fermò a mangiare

Situation commedy anni trenta: la vicenda ruota intorno ad un pranzo nella villa veneta della contessa Bernabei (Lia Zoppelli), offerto dalla famiglia della nobildonna in occasione della visita al paese di un ministro del governo fascista, interpretato da Raimondo Vianello, per lo scoprimento di un piccolo monumento in memoria di un campione sportivo locale.

Si trovano per l’occasione, oltre ai coniugi ospitanti, la figlia Silvia (Virna Lisi), il marito di lei Ernesto (Ugo Tognazzi), l’amante di Ernesto, Lauretta (Lauretta Masiero), spacciata per moglie di un truffatore, il dottor Tanzarella (Totò), millantato medico del Duce, presente in realtà per ricattare Ernesto, del cui tradimento coniugale con Lauretta è stato testimone, il commissario di Polizia del luogo (Francesco Mulé), ed altri personaggi minori. Il Ministro è preoccupato dalla presenza di Lauretta, con la quale ebbe un incontro in vagone-letto poco tempo prima e che finì in nulla per una sua improvvisa defaillance sessuale, della qual cosa è molto preoccupato che si sappia in giro.

Il falso dottor Tanzarella, deciso ad andarsene causa la presenza del commissario, si ferma a pranzo quando scopre che verranno apparecchiate, in onore del ministro, posate d’oro cesellate da Benvenuto Cellini, che saranno il bottino del suo furto. Il quale riesce, dopo una serie di equivoci, grazie soprattutto alla smodata ambizione di alcuni partecipanti di fare carriera sfruttando sia la conoscenza del Duce da parte del ministro, che quella ancor più confidenziale, in realtà millantata, del dottor Tanzarella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *