Archivio tag: Steno

Toto e Fabrizi, i tartassati

Totò: I tartassati (1959)

Lui non parla l’italiano, io non so una parola di francese, ma ci capiamo benissimo: la comicità è un linguaggio universale.
(Totò parlando di Luis de Funès)
Aldo Fabrizi e Totò, i tartassati

Aldo Fabrizi e Totò, i tartassati

I tartassati è un film del 1959 diretto da Steno e interpretato da Totò e Aldo Fabrizi, nuovamente insieme reduci dal grande successo di Guardie e ladri e dal meno apprezzato Una di quelle.

Il film può essere considerato in senso figurato un seguito di Guardie e ladri “in versione medio-borghese”, difatti i due protagonisti si ritrovano negli stessi ruoli di “ladro” e “guardia”. Ma a differenza di quanto succede nell’altra pellicola dove i furti sono in Continua a leggere

Totò a Colori pinocchio

Totò a colori (1952)

Io sono un uomo di mondo… ho fatto tre anni di militare a Cuneo!

(Totò nel vagone-letto all’onorevole Trombetta)

Totò a colori è un film del 1952, diretto da Steno. È uno dei primi film italiani a colori, fra i primi ad utilizzare il sistema “Ferraniacolor”. Il film è stato selezionato tra i 100 film italiani da salvare.

Trama

Parli come badi!

(Totò all’Onorevole Trombetta)

Mario Castellani nel ruolo dell'onorevole Trombetta accanto a Totò in nella scena del vagone-letto.

Mario Castellani nel ruolo dell’onorevole Trombetta accanto a Totò in nella scena del vagone-letto.

Scannagatti è un compositore squattrinato e inconcludente che abita con la famiglia della sorella nel paesino di Caianello, ma sogna una chiamata da Milano dagli editori Tiscordi o Zozzogno (parodie di Ricordi e Sonzogno) che gli garantisca la gloria: è infatti convinto di essere un “genio della moseca (musica)”.

Il sindaco del suo paese intanto tenta di convincerlo a dirigere la banda paesana, a causa dell’improvvisa inabilità del maestro, nel giorno della festa per il ritorno a casa del gangster italoamericano Joe Pellecchia, originario di Caianiello: Scannagatti, inizialmente indignato dalla proposta, accetta solo quando il Continua a leggere

Peppino e Totò in Letto a 3 piazze

Totò: Letto a tre piazze (1960)

Letto a tre piazze è un film del 1960 diretto da Steno e interpretato da Totò e Peppino.

Trama

Peppino e Totò in Letto a 3 piazze

Peppino e Totò in Letto a 3 piazze

Roma, inizio degli anni sessanta. Giuseppe Castagnano, stimato professore di lettere, è felicemente sposato con Amalia (Nadia Gray) da dieci anni e proprio durante i festeggiamenti dell’anniversario riappare Antonio, il primo marito di Amalia, disperso in Russia durante la guerra e ormai creduto morto.

Dopo un tentativo di un’assurda vita coniugale a tre, la situazione fa precipitare il solido rapporto tra Peppino e Amalia.

Così i due mariti, su Continua a leggere

Totò Laudomia con Vianello interprete di Lallo

Totò diabolicus (1962)

Questo se ne va eh, non vorrei essere uccello di cattivo augurio, ma questo se ne va.

(Totò nei panni del chirurgo)

Totò diabolicus è un film del 1962 diretto da Steno e interpretato da Totò, che dà volto a ben sei personaggi differenti. Il film è una parodia del genere giallo-poliziesco.

Trama

Totò Laudomia con Vianello interprete di Lallo

Totò – Laudomia con Vianello interprete di Lallo

Il marchese Galeazzo di Torrealta viene trovato assassinato nella sua villa. Sul cadavere, l’assassino lascia un biglietto con la sua firma: “Diabolicus“. Le indagini della polizia si concentrano sui fratelli della vittima, sospettati di avere ucciso il marchese per venire in possesso della sua ricca eredità: ma tutti sembrano avere un alibi di ferro. La plurivedova Continua a leggere