Archivio tag: Peppino De Filippo

Vota Antonio la Trippa

Totò: Gli onorevoli (1963)

« Votantonio, Votantonio, Votantonio, Votantonio! »
(Lo slogan elettorale che Antonio la Trippa-Totò ripete in tutto il film)

Il film racconta le vicende di alcuni candidati al Parlamento nei giorni precedenti le elezioni politiche.

La democristiana Bianca Sereni, femminista ante litteram, si fa affiggere i manifesti da alcune prostitute e finisce per innamorarsi di un uomo pagato dagli stessi democristiani per fotografarla in atteggiamenti compromettenti. Pur scoprendo l’inganno decide di ritirarsi e mettersi insieme allo stesso uomo.

Il senatore del PLI Rossani Breschi si fa propaganda invitando i ricconi nel suo lussuoso salotto, ma un suo comizio di Continua a leggere

Peppino e Totò in Letto a 3 piazze

Totò: Letto a tre piazze (1960)

Letto a tre piazze è un film del 1960 diretto da Steno e interpretato da Totò e Peppino.

Trama

Peppino e Totò in Letto a 3 piazze

Peppino e Totò in Letto a 3 piazze

Roma, inizio degli anni sessanta. Giuseppe Castagnano, stimato professore di lettere, è felicemente sposato con Amalia (Nadia Gray) da dieci anni e proprio durante i festeggiamenti dell’anniversario riappare Antonio, il primo marito di Amalia, disperso in Russia durante la guerra e ormai creduto morto.

Dopo un tentativo di un’assurda vita coniugale a tre, la situazione fa precipitare il solido rapporto tra Peppino e Amalia.

Così i due mariti, su Continua a leggere

Totò e Peppino, arrangiatevi

Toto: Arrangiatevi! (1959)

Arrangiatevi! è un film del 1959, diretto da Mauro Bolognini.

Trama

Totò, Peppino - Arrangiatevi

Totò, Peppino – Arrangiatevi

Il film, ambientato a Roma, inizia subito dopo la seconda guerra mondiale con l’omicidio di una pittrice a via Pistoia 45 e la corsa di due senza casa al commissariato alloggi per ottenere in assegnazione l’appartamento così liberatosi che sarà dato ad entrambe le famiglie, in coabitazione.

La prima è la famiglia di Peppino Armentano (Peppino De Filippo), di professione callista, composta da lui, la moglie, due figlie, due figli ed il nonno (Totò). La seconda è una famiglia di due esuli istriani composta anche da nonno e un solo figlio.
Passano gli anni e Continua a leggere

Il Barone Zazà e Patrizia brindano alla riuscita della loro truffa ai danni di Pio

Totò: Signori si nasce (1960)

Lo sa cos’è questo circolo, lo vuol sapere cos’è?! Ebbene glielo dico: è un letamaio, sì un letamaio! Insisto! E non gliel’ho detto prima lo sa perché? Perché sono un signore e signori si nasce; e io lo nacqui, modestamente!

(Totò)

Signori si nasce è un film del 1960 diretto da Mario Mattoli.

Trama

Il barone Ottone Spinelli degli Ulivi, detto Zazà (Totò), nonostante la sua nobile ascendenza, è sempre al verde, a causa di una vita dissoluta passata dietro le quinte dei teatri a corteggiare le soubrette. Nonostante l’indigenza economica, l’uomo continua a intrattenere una vita da nobile, vivendo in un albergo e servito dal fedele (e mai pagato) Battista (Carlo Croccolo). Incalzato da un creditore insoluto, tale Bernasconi (Luigi Pavese), viene denunciato perché ha Continua a leggere

Totò insieme a Giacomo Furia e Peppino De Filippo ne La banda degli onesti

Totò: La banda degli onesti (1956)

locandina, la banda degli onesti

locandina, la banda degli onesti

La banda degli onesti è un film commedia del 1956 diretto da Camillo Mastrocinque, avente come protagonisti Totò, Peppino De Filippo e Giacomo Furia.

Ideata, scritta e sceneggiata da Age e Scarpelli, la pellicola consacrò il sodalizio artistico di Totò e Peppino, ed è indubbiamente una delle opere più rappresentative del loro cinema.

Trama

Antonio Bonocore, portiere di uno stabile di Roma con una moglie tedesca, si trova per caso ad assistere il signor Andrea, un anziano inquilino che, prima di morire, gli rivela di essere in possesso di una valigia con all’interno alcuni cliché originali della Banca d’Italia, di cui egli era stato a lungo dipendente, nonché della carta filigranata per stampare le banconote da 10.000 lire. Il signor Andrea aveva rubato questo materiale con l’intenzione di Continua a leggere